venerdì 25 ottobre 2013

Oh my gold!

Ma quante cose si possono fare con una bottiglia di plastica? 
C'è chi direbbe solo una: buttarla, e chi invece direbbe: con un pizzico di pazienza e fantasia...infinite. 
Credo che si sia già capito: io faccio parte del secondo gruppo. 

Con metà bottiglia di plastica e un pò di tempera color oro, ecco cosa ho realizzato: 



giovedì 24 ottobre 2013

Pasta panna... questa non si mangia!

L'anno scorso al Florence Creativity, oltre alla fettuccia e alla rete, acquistai presso uno degli stand un materiale che mi incuriosì parecchio: la "PASTA PANNA". 

pasta panna 65gr
http://www.funforall.it/italiano/pastapanna.htm

La pasta panna è una pasta da modellare molto leggera e dalla consistenza molto morbida di colore bianco. Sono stati diversi i fattori che hanno scaturito la mia curiosità e che mi hanno indotto ad acquistarla:
1- si può colorare utilizzando tutti i colori a base d'acqua come: evidenziatori, pennarelli, colori per dita, tempere, acrilici...;
2- la colorazione può avvenire sia prima che dopo l'asciugatura;
3- è estremamente soffice: appena l'ho vista mi è venuto in mente di realizzare dei marshmallowos (come quelli del portafoto che vi mostrerò alla fine del post) perché ha la stessa consistenza;
4- si asciuga all'aria in poco tempo ed i vari pezzi possono essere assemblati con colla vinilica;
5- è possibile riutilizzarla dopo averla idratata. Se è parzialmente secca, vaporizzare dell'acqua e modellarla. Se è completamente secca, bagnarla e lasciarla in un contenitore per 3-4 giorni. 
6- se è conservata in un contenitore a chiusura ermetica dura tantissimo. Io ce l'ho da quasi un anno e non si è seccata per niente. 
7- può essere lavorata anche dai bambini di età superiore ai 36 mesi. 

Dopo questo elenco di pregi purtroppo vi devo dire anche i limiti che ho trovato nell'uso di questo prodotto. Primo fra tutti la colorazione. Sono rimasta delusa da questo punto di vista perchè pensavo di poter fare qualsiasi tonalità, invece riesce a prendere solo i colori pastello. Per intenderci: ho provato a colorarla con della tempera nera, ma il colore finale che ho ottenuto era un grigino smorto. Quindi i colori scuri e quelli accesi sono out.
Inoltre anche i soggetti che si possono realizzare sono piuttosto limitati proprio a causa della consistenza del materiale. Si possono fare caramelle, angioletti, dolcetti o al massimo si possono usare gli stampini di silicone, ma l'effetto ottenuto è molto diverso rispetto a tutte le altre paste che ho provato. Bisogna trovare l'applicazione giusta, altrimenti non rende. 

Questo è quello che ho realizzato (per adesso): 


Spero di poter partecipare anche quest'anno al Florence Creativity per scoprire altre novità da condividere sul blog. 

Un bracciale da sfogliare!

Come avevo già accennato nel precedente post in questo periodo sono tornata a dedicarmi ai lavori con utilizzo di materiali di recupero. 
Protagonista di questo post è ancora una volta la carta di giornale.  

martedì 1 ottobre 2013

Ritorno al ... recupero

Sono tornata a lavorare fuori dalla mia città, e qui purtroppo non ho il mio "armadietto dei sogni", in cui trovare tutto il materiale di cui ho bisogno per i miei "art attack". 
L'unica cosa di cui dispongo per poter passare il tempo e per potermi rilassare sono i cari vecchi materiali di recupero: bottiglie di plastica e fogli di giornale. 
In realtà ho anche un vasetto di pasta panna, che non ho ancora utilizzato (troverò un'applicazione anche per quello) e qualche gomitolo di fettuccia. Per adesso però, sono tornata a dedicarmi al riciclo ed in questi giorni quello che sono riuscita a fare è: 

- una cornice decorata utilizzando bottiglie di plastica: 


Per la realizzazione occorre ritagliare le bottiglie in quadratini delle dimensioni desiderate e passare il bordo di questi quadratini sul calore di una candela (non sulla fiamma), per ottenere un effetto più decorativo. 

- un bracciale fatto con i fogli di una rivista di enigmistica: 


Per la realizzazione del bracciale ho seguito le indicazioni di questo filmato: http://www.youtube.com/watch?v=GsqdrVxm3xE, che è semplice ed esplicativo. 
In realtà le spiegazioni di questo filmato servono per la realizzazione di una borsetta, ma il procedimento è esattamente lo stesso. 

Iris folding cards per tutte le occasioni

Con la tecnica dell'iris folding è possibile creare dei biglietti per tutte le occasioni. Ad esempio: 

- per matrimoni: 
questa è anche una buona soluzione per fare delle partecipazioni. Io l'ho realizzata per fare gli auguri ad una mia carissima amica che si è sposata da poco. 
Sia il biglietto che la busta sono totalmente realizzati a mano, ma per l'idea ho preso spunto da qui: http://pinterest.com/pin/123286108519874140/
La parte del velo l'ho realizzato con del tulle, la gonna della sposa con del nastro ed infine ho incorniciato tutto con del pizzo. 


- per nascita o battesimo: 
Anche in questo caso per la realizzazione dell'iris folding ho utilizzato dei nastri, ma si può utilizzare qualsiasi altro materiale.